2.3 C
Washington
sabato, Ottobre 31, 2020
Home USA Usa 2020: - 94, Trump vs Cina anche sul fronte di TikTok

Usa 2020: – 94, Trump vs Cina anche sul fronte di TikTok

Scritto per https://www.giampierogramaglia.eu/gpnewsusa2020/ lo 01/08/2020 e pubblicato anche da https://www.affarinternazionali.it/ https://www.affarinternazionali.it/blogpost/94-trump-contro-tiktok-e-la-scelta-di-biden-2/ e da https://formiche.net/ https://formiche.net/2020/08/trump-obama-gramaglia/

TikTok è l’ultimo fronte della guerra alla Cina condotta da Donald Trump: i dazi, il virus, Huawei, le accuse di cyber-spionaggio e la chiusura dei consolati sono alcune altre aree di confronto aperte. Il magnate presidente intende varare un decreto per vietare TikTok, popolare app basata negli Usa ma di proprietà cinese, che sarebbe un ‘cavallo di Troia’ di Pechino, uno strumento di spionaggio degli americani.

Da tempo, agenzie di intelligence Usa indagano sui potenziali rischi per la sicurezza nazionale connessi a TikTok.

Trump ne ha parlato con i giornalisti al suo seguito in Florida. “TikTok è fonte di preoccupazione per la sicurezza nazionale”. Ieri era anche spuntata l’ipotesi, riferita dalla Bloomberg, di un decreto del presidente per costringere la società cinese ByteDance a vendere TikTok. E, secondo il NYT, Microsoft sarebbe in trattative per il suo acquisto. Ma Trump è fermamente contrario a una cessione di TikTok che coinvolga Microsoft e respinge l’idea.

Su Twitter, invece, il magnate presidente se la prende con il suo predecessore Barack Obama, che, giovedì, lo ha attaccato, pronunciando il discorso funebre alle esequie del deputato John Lewis, un’icona dei diritti civili. “Abbiamo battuto Obama quattro anni fa – scrive Trump -, quando lavorò duro per la corrotta Hillary, e lo batteremo di nuovo!”. Il presidente rilancia e chiosa un commento, critico verso Obama, di Tammy Bruce, nota analista iper-conservatrice di Fox News. Da sempre ostile verso Obama, quando quest’ultimo assunse la presidenza nel 2009 la Bruce commentò: “Spazzatura alla Casa Bianca”.

Il rivale di Trump quest’anno, il candidato democratico Joe Biden, avrebbe intanto ridotto a tre nomi la rosa delle sue potenziali vice, secondo diversi media Usa: le ‘finaliste’ sarebbero Karen Bass, deputata californiana, Susan Rice, ex consigliere per la Sicurezza nazionale, e Kamala Harris, senatrice della California e già aspirante alla nomination, tutte e tre afro-americane – la Harris ha padre giamaicano e madre indiana -. Prima di fare la sua scelta, Biden intenderebbe avere, secondo fonti di stampa, incontri faccia a faccia con ciascuna delle tre candidate.

L’epidemia di coronavirus continua a viaggiare su cifre di contagi e di decessi molto elevate: quasi 1.450 vittime – una al minuto è il ritmo attuale – e oltre 69 mila nuovi casi venerdì nell’Unione, quando la California è divenuta il primo Stato a registrare oltre 500 mila positivi. Secondo i dati della Johns Hopkins University, alla mezzanotte sulla East Coast il totale dei decessi da coronavirus negli Usa superava i 153.400 e quello dei contagi sfiorava i 4.561.000.

I democratici in Congresso parlano di “catastrofe sanitaria”: le parole sono di James Clyburn, presidente della commissione speciale che indaga sulla risposta all’epidemia dell’Amministrazione, durante l’audizione del virologo Anthony Fauci e del direttore dei Cdc Robert Redfield.

Anche Bill Gates, in un’intervista televisiva, critica l’Amministrazione: il filantropo miliardario considera uno “spreco completo” i test condotti, per le loro modalità. Fauci spiega così perché l’Europa è riuscita ad appiattire la curva dei contagi e l’America no: “Nei Paesi europei, è stato realmente messo in lockdown il 95% delle attività sociali, mentre negli Stati Uniti solo il 50% circa”.

ULTIMI ARTICOLI