2.3 C
Washington
venerdì, Ottobre 7, 2022
HomeUSA 2020Usa 2020: - 331, Hillary vs Bernie, Pete fa outing (su McKinsey)

Usa 2020: – 331, Hillary vs Bernie, Pete fa outing (su McKinsey)

Scritto per https://www.giampierogramaglia.eu/gpnewsusa2020/ lo 08/12/2019

Forse, non ci proverà di nuovo, a ottenere la nomination democratica. E, forse, non aspira a essere la ‘king maker’ del candidato 2020. Ma, certo, Hillary Clinton si dà da fare per ‘demolire’ aspiranti alla nomination che non le aggradano: dopo aver marchiato come ‘creatura russa’ Tulsy Gabbard, deputata delle Hawaii, se la prende con Bernie Sanders, lasciando indirettamente intendere che non sarà lui a ottenere la nomination. Un po’ una vendetta ‘servita fredda’ contro il senatore del Vermont che nel 2016 le insidiò a lungo la nomination e che, così facendo, scalfì le sue chances di diventare presidente.

In un’intervista a Howard Stern, l’ex segretario di Stato ha infatti ribadito che il suo rivale del 2016 la danneggiò nel duello con Donald Trump ritardando il suo endorsement a primarie finite: “Non c’è dubbio su questo”. La frecciata velenosa, dal sapore vendicativo, è arrivata subito dopo: “Spero che non lo faccia di nuovo, con chiunque vinca la nomination. Una volta basta”. Frase che implica, e neppure molto sottilmente, che Sanders non sarà il candidato democratico a Usa 2020.

La previsione di Hillary non è azzardata, anche se il senatore del Vermont è secondo nei sondaggi nazionali e tra i primi quattro nello Iowa e nel New Hampshire, i due Stati dove partono le primarie. Sanders, tuttavia, appare meno dirompente di quanto non fosse quattro anni or sono.

Buttigieg parla del lavoro a McKinsey, dopo molte reticenze
(ANSA) – Il New York Times e la sua rivale Elizabeth Warren lo avevano criticato perché non dava i dettagli degli anni di lavoro (2007-2010) alla McKinsey & Co, una delle maggiori multinazionali di consulenza strategica, che in passato ha collaborato con governi corrotti e brutali e imprese statali in Paesi come Cina, Russia ed Arabia Saudita.

Ora, il candidato alla nomination democratica per Usa 2020 Pete Buttigieg, sindaco di South Bend nell’Indiana, omosessuale dichiarato, che s’era finora trincerato dietro un ‘accordo di riservatezza’ con la sua+ ex società, ha reso noto l’elenco dei progetti cui ha lavorato: nessuno sembra sollevare perplessità.

“Non ho mai lavorato a progetti non coerenti coi miei valori. Se me l’avessero chiesto, avrei lasciato la società piuttosto che parteciparvi”, ha detto. Buttigieg ha spiegato di avere chiesto alla McKinsey la revoca dell’accordo di riservatezza per condividere alcuni dettagli della sua esperienza con loro.

ULTIMI ARTICOLI