2.3 C
Washington
martedì, Agosto 3, 2021
HomeUSAUsa 2020: - 343, Trump affida a Kushner Muro Messico

Usa 2020: – 343, Trump affida a Kushner Muro Messico

Scritto per https://www.giampierogramaglia.eu/gpnewsusa2020/ il 26/11/2019

Una nuova ‘missione impossible’ per Jared Kushner, il ‘primo genero‘ della Casa Bianca, marito della ‘prima figlia’ Ivanka. Fallita, per il momento, o almeno ‘messa in sonno’ quella della pace in Medio Oriente, ignorando i palestinesi e prendendo a sanzioni gli iraniani, adesso l’uomo d’affari ebreo, consigliere della Casa Bianca, deve gestire la costruzione di circa 725 chilometri del Muro al confine con il Messico entro il 2020, cioè entro le elezioni presidenziali del 3 novembre.

La decisione di Trump di affidare al marito di Ivanka un compito così essenziale, almeno per lui, conferma, secondo il Washington Post, che Kushner si è imposto all’interno dell’Amministrazione come ‘l’uomo capace di realizzare le promesse’ del magnate presidente, che, finora, per il Muro non è riuscito né a farsi dare i soldi dal Congresso né tanto meno a farlo pagare dal Messico. E già si profila per fine anno un nuovo ‘braccio di ferro’ con deputati e senatori sul finanziamento dell’opera, con il rischio di un nuovo ‘psicodramma shutdown.

Secondo il WP, Kushner, che è stato solo sfiorato dal Russiagate ed è rimasto finora fuori dal Kievgate, s’è già scontrato nel nuovo ruolo con alcune figure della struttura amministrativa: c’è chi l’accusa di non capire la complessità del progetto, pur avendo esperienza di costruzioni.

Il Muro sarà certamente un tema della campagna elettorale. Parlando ieri in Virginia, nella sua prima sortita pubblica dopo la decisione di cercare di ottenere la nomination democratica, Mike Bloomberg ha detto: “Trump è una minaccia per il nostro Paese, i nostri valori, la nostra sicurezza … Se fosse rieletto, sarebbe un grande rischio e io non posso restare a guardare che ciò accada … Abbiamo un presidente che non ha alcun rispetto per la legge, per l’etica e per i valori che fanno davvero grande l’America”.

Harris propone di allungare l’orario scolastico
La senatrice della California e candidata alle primarie democratiche di Usa 2020 Kamala Harris, che da tempo stalla nei sondaggi in quinta posizione, sempre al di sotto del 10%, spera che un disegno di legge da lei presentato per allungare l’orario scolastico nella scuole americane dia nuovo vigore alla sua campagna.

Il ‘Family Friendly Schools Act’ punta a prolungare la giornata scolastica di tre ore, dalle otto di mattina alle sei di sera, e ad autorizzare lo stanziamento di 1,3 miliardi di dollari l’anno per i programmi estivi.

L’obiettivo è di allineare la giornata scolastica a quella lavorativa per ridurre l’onere dell’assistenza all’infanzia per le famiglie.

Secondo il National Center for Education Statistics, la maggior parte delle scuole pubbliche Usa sono aperte per 160/180 giorni l’anno. I genitori devono organizzarsi su come gestire i bambini il pomeriggio, i week-end e le vacanze: per le famiglie che lavorano e le persone a basso reddito, pagare una babysitter o organizzare le ore lavorative rappresenta una sfida impegnativa.

ULTIMI ARTICOLI