HomeMondoRussia-Cina: Xi e Putin insieme contro Biden, nemico comune

Russia-Cina: Xi e Putin insieme contro Biden, nemico comune

Scritto per Il Fatto Quotidiano del 16/12/2021

-

Le cose con Biden non vanno bene. E allora Xi e Putin si cercano e si tengono bordone a vicenda: messe da canto tensioni e rivalità, Cina e Russia esibiscono la solidità delle relazioni bilaterali che “hanno superato varie tempeste e dimostrano nuova vitalità”. Parole del presidente russo Vladimir Putin condivise da quello cinese Xi Jinping, nei resoconti del loro secondo vertice 2021 durato un’ora e mezzo.

Mentre esaltano il loro bilateralismo, Cina e Russia, incuranti della contraddizione, si presentano come “il pilastro del vero multilateralismo e gli alfieri dell’equità e della giustizia internazionali”.

L’incontro virtuale tra Xi e Putin chiude il triangolo delle consultazioni fra i tre maggiori protagonisti della politica mondiale, dopo i vertici sempre virtuali tra il presidente Usa Joe Biden e Xi il 15 novembre, con lo spettro d’uno scontro per Taiwan sullo sfondo, e Putin il 7 dicembre, con le tensioni sull’Ucraina in primo piano. Ed è pure una risposta al Vertice delle Democrazie della scorsa settimana, convocato da Biden senza mandare l’invito né a Xi né a Putin.

I rapporti tra Usa, Russia e Cina disegnano un triangolo scaleno che è quasi isoscele: il lato più corto corre tra Mosca e Pechino, mentre Washington è pressoché equidistante. Tra Usa e Cina, c’è una sfida proiettata nel XXI Secolo; tra Usa e Russia, un confronto nel presente.

Per Xi e per Putin, il deterioramento delle relazioni con Biden ha coinciso con il deterioramento delle relazioni con gli alleati europei degli Stati Uniti. Lo scorso week-end, il G7 dei ministri degli Esteri ha denunciato l’ammasso di truppe di Mosca ai confini con l’Ucraina e le violazioni dei diritti fondamentali a Hong Kong e nello Xinjiang, oltre che l’aggressività di Pechino (solo verbale finora) verso Taiwan.

Nel concreto, Xi e Putin non sono andati molto oltre generiche dichiarazioni di unità d’intenti e di volontà di cooperazione. Il leader cinese è pronto a “nuovi piani di cooperazione in vari campi, per lo sviluppo duraturo e di alta qualità dei legami bilaterali”. Per quello russo, “è stato forgiato un nuovo modello di cooperazione tra i due Paesi” che include la “determinazione a trasformare il nostro confine comune in una cintura di pace eterna e di buon vicinato”.

Pechino – dicono a Mosca – ha dato “pieno sostegno” a un’iniziativa russa per ottenere “garanzie di sicurezza” dall’Occidente (un testo in merito è stato trasmesso proprio ieri a Washington).

In polemica con Biden, che ha annunciato il boicottaggio diplomatico dei Giochi invernali 2022 di Pechino, Xi e Putin si sono infine scambiati cortesie olimpiche, respingendo “ogni tentativo di politicizzare lo sport e il movimento olimpico”. Putin andrà a Pechino per l’inaugurazione, come Xi andò a Sochi nel 2014.

 

gphttps://giampierogramaglia.eu
Giampiero Gramaglia, nato a Saluzzo (Cn) nel 1950, è un noto giornalista italiano. Svolge questa professione dal 1972, ha lavorato all'ANSA per ben trent'anni e attualmente continua a scrivere articoli per diverse testate giornalistiche. Puoi rimanere connesso con Giampiero Gramaglia su Twitter

ULTIMI ARTICOLI

#EU60: #pulseofeurope primo atto d’una settimana europea

0
Un flash mob #pulseofeurope ha aperto, domenica, in piazza del Popolo - foto Livia Liberatore -, la serie di manifestazioni, a Roma e altrove,...

usa 2020

coronavirus - elezioni - democrazia - ostaggio

Coronavirus: elezioni rinviate, democrazia in ostaggio

0
Elezioni rinviate, elezioni in forse, presidenti, premier, parlamenti prorogati: la pandemia tiene in ostaggio le nostre democrazie e, in qualche caso, le espone alla...