HomeMedia/SocietàUsa: Cnn sospende Chris Cuomo, più famiglia che news

Usa: Cnn sospende Chris Cuomo, più famiglia che news

Scritto per Il Fatto Quotidiano dello 02/12/2021 e riscritto aggiornato per il Corriere di Saluzzo dello 09/12/2021

-

Più fedele alla famiglia che alle news? Per questo dubbio, la Cnn ha sospeso a tempo indeterminato Chris Cuomo, il suo anchor più popolare, fratello dell’ex governatore dello Stato di New York Andrew, dimessosi dopo essere stata accusato di molestie da 11 donne, collaboratrici o dipendenti — In data 04/12, la Cnn ha successivamente licenziato Chris Cuomo, ndr -.

Chris avrebbe usato la sua posizione e i suoi contatti per aiutare il fratello: il condizionale è d’obbligo, perché l’inchiesta su Andrew, che nel frattempo è stato formalmente accusato, fa acqua da tutte le parti. Un errore procedurale dello sceriffo della contea di Albany, la capitale dello Stato, Craig Apple, rischia di comprometterne la validità. E non rafforza la credibilità dell’indagine il fatto che il magistrato che l’ha condotta, Letitia James, intende candidarsi a governatore.

Nel dare la notizia della sospensione, la Cnn stessa riconosce che i documenti finora pubblicati – migliaia di pagine – “lasciano seri dubbi”. Ma resta il sospetto che Chris abbia avuto nella vicenda un ruolo maggiore di quanto finora ammesso. I due fratelli hanno uno stretto rapporto, “sono – dice  un teste – l’uno il migliore amico dell’altro”. 

Il giornalista, che un giro di conoscenze notevole, dice di non avere mai manipolato o manovrato altri colleghi a beneficio di Andrew e di aver agito solo come un fratello, ascoltandolo e dandogli pareri, consigliandogli di dire la verità, quale che fosse, ed eventualmente di dimettersi.

Ma in realtà Chris avrebbe avuto un ruolo più attivo. Ad esempio, a marzo, quando venne fuori che il governatore avrebbe fatto un’avance indesiderata a una giovane a un matrimonio, l’anchor mandò un sms alla segretaria del fratello, Melissa DeRosa, per dire che aveva un indizio su quella donna, che avrebbe agito in cattiva fede.

A gioire della sospensione, è stato Donald Trump, che ha conti in sospeso con i Cuomo. Ha scritto: “Grande notizia per i telespettatori, hanno sospeso Chris Cuomo! La vera domanda è se lo hanno fatto per l’audience bassa o perché suo fratello non è più governatore. Probabilmente per entrambi i motivi. In ogni caso Fredo è fuori!”, come ‘Fredo’ Corleone del Padrino, un riferimento velenoso alle connessioni mafiose sempre attribuite agli italo-americani.

L’inchiesta su Cuomo ha avuto effetti devastanti anche sul gruppo anti-molestie Time’sUp, alcuni dei cui membri avrebbero cercato di alleggerire la posizione di Cuomo, invece di stare dalla parte delle vittime. La presidente e la Ceo di Time’sUp, fondato nel 2018 da personalità della politica e dello spettacolo per assistere le vittime di #Metoo, si sono dimesse e diversi dipendenti sono stati estromessi.

 

gphttps://giampierogramaglia.eu
Giampiero Gramaglia, nato a Saluzzo (Cn) nel 1950, è un noto giornalista italiano. Svolge questa professione dal 1972, ha lavorato all'ANSA per ben trent'anni e attualmente continua a scrivere articoli per diverse testate giornalistiche. Puoi rimanere connesso con Giampiero Gramaglia su Twitter

ULTIMI ARTICOLI

#EU60: #pulseofeurope primo atto d’una settimana europea

0
Un flash mob #pulseofeurope ha aperto, domenica, in piazza del Popolo - foto Livia Liberatore -, la serie di manifestazioni, a Roma e altrove,...

usa 2020

coronavirus - elezioni - democrazia - ostaggio

Coronavirus: elezioni rinviate, democrazia in ostaggio

0
Elezioni rinviate, elezioni in forse, presidenti, premier, parlamenti prorogati: la pandemia tiene in ostaggio le nostre democrazie e, in qualche caso, le espone alla...