HomeUsaUsa: Alaska, Biden ferma le trivelle che Trump aveva autorizzato

Usa: Alaska, Biden ferma le trivelle che Trump aveva autorizzato

Scritto per Il Fatto Quotidiano dello 03/06/2021

-

L’Amministrazione Biden prende un’altra misura contro l’energia fossile e tira un tratto di penna, l’ennesimo, su una controversa decisione dell’Amministrazione Trump: da ieri, sono sospese le licenze per le trivellazioni alla ricerca di petrolio e di gas nell’Arctic National Wildlife Refuge, un’area naturale protetta nella zona nord-orientale dello Stato dell’Alaska.

L’ordine, emanato dalla segretaria all’Interno Deb Haaland, una nativa americana, attua quanto già anticipato il giorno dopo l’insediamento di Biden alla Casa Bianca: prima di procedere, c’è voluta un’attenta revisione delle basi giuridiche – giudicate “carenti” – delle decisioni di Trump prese in base a una legge del 2017 del Congresso e in radicale contrasto con le scelte dell’era Obama.

La disposizione di Biden, che potrà essere contestata in sede giudiziaria fino alla Corte Suprema, ridà corpo allo scontro politico su un’area remota che ospita orsi polari, caribù, lupi ed altre specie selvatiche, fra cui uccelli migratori provenienti da tutti i continenti, ma che è pure ricca di petrolio e di gas.

L’area, grande quanto tutto il Nord Italia, in uno Stato cinque volte l’Italia, con meno di 750 mila abitanti, è sacra ai Gwich’in, nativi locali, che, con gruppi verdi e altre tribù native dell’Alaska, cercavano da tempo di bloccare le licenze.

La messa in vendita delle concessioni era avvenuta il 6 gennaio, il giorno dell’assalto al Congresso da parte dei sostenitori di Trump, due settimane prima dell’entrata in carica di Biden; e venne resa pubblica solo il 19 gennaio, il penultimo giorno del mandato di Trump. L’interesse degli industriali del settore è però stato tiepido, forse perché tutti sapevano che le licenze erano a rischio.

In campagna elettorale, Biden s’era opposto alle trivellazioni. E gli ambientalisti ora s’aspettano una protezione permanente per quell’area.

La decisione, largamente attesa, segue l’ordine esecutivo per una moratoria delle nuove trivellazioni nell’Artico emanato il giorno dell’insediamento. Il governatore dell’Alaska Mike Dunleavy, all’unisono con i due senatori e il deputato dello Stato, tutti repubblicani, hanno criticato la revoca delle licenze. Sono almeno quarant’anni che democratici e repubblicani litigano sullo sfruttamento dei giacimenti dell’Alaska.

 

gphttps://giampierogramaglia.eu
Giampiero Gramaglia, nato a Saluzzo (Cn) nel 1950, è un noto giornalista italiano. Svolge questa professione dal 1972, ha lavorato all'ANSA per ben trent'anni e attualmente continua a scrivere articoli per diverse testate giornalistiche. Puoi rimanere connesso con Giampiero Gramaglia su Twitter

ULTIMI ARTICOLI

#EU60: #pulseofeurope primo atto d’una settimana europea

0
Un flash mob #pulseofeurope ha aperto, domenica, in piazza del Popolo - foto Livia Liberatore -, la serie di manifestazioni, a Roma e altrove,...

usa 2020

coronavirus - elezioni - democrazia - ostaggio

Coronavirus: elezioni rinviate, democrazia in ostaggio

0
Elezioni rinviate, elezioni in forse, presidenti, premier, parlamenti prorogati: la pandemia tiene in ostaggio le nostre democrazie e, in qualche caso, le espone alla...