HomeIl SettimanaleIl Settimanale 2021 2 - Politica, presa di Roma, alleanza PD e...

Il Settimanale 2021 2 – Politica, presa di Roma, alleanza PD e M5S in rotta

Scritto per il numero 2 del Settimanale 2021 del 17/05/2021

-

Le comunali di Roma mettono in discussione l’alleanza PD-M5S, un sodalizio apparentemente sulla via del consolidamento dopo il Conte bis, il governo presieduto da Giuseppe Conte espressione di un’alleanza fra i due partiti. I leader dei due schieramenti non riescono a trovare un candidato comune a Roma, così come a Torino e a Milano, e il supporto reciproco è in bilico in caso di ballottaggio.

“Mi metto a disposizione di Roma, con umiltà e orgoglio. Partecipo alle primarie del 20 giugno. Costruiamo insieme il futuro della nostra città: io ci sono!”. Sono le parole con cui Roberto Gualtieri, dopo un periodo di riflessione, scioglie le riserve e annuncia su Twitter la candidatura alle primarie del PD per le comunali.

Il principale tifoso dell’ex ministro sembra essere il segretario del Pd Enrico Letta, che dai suoi
social assume il ruolo quasi di cheerleader con i suoi post a favore del candidato sindaco: “pollici in su, Forza Roberto!”. Il tutto accompagnato dall’hashtag #Gualtieri.

Anche Nicola Zingaretti, da dietro le quinte, mostra il proprio sostegno per il candidato del suo Partito: “Roberto Gualtieri è una candidatura forte e credibile e la sua scelta di candidarsi aiuterà questo progetto di una rinascita”. Con questa dichiarazione non è dato sapere se la rinuncia di Zingaretti alla candidatura sia una scelta volontaria o se l’ex segretario del Pd abbia dovuto rimettersi alle decisioni del suo successore, della serie “Stai sereno Enrico!”.

“Il Movimento5Stelle su Roma ha un ottimo candidato: si chiama Virginia Raggi”. Annuncia in questo modo il leader Giuseppe Conte, in un intervento su LaStampa.it, il sostegno alla sindaca uscente Virginia Raggi, che rilancia subito sulla sua pagina Twitter. “Avanti uniti. Grazie del sostegno a @GiuseppeConteIT, al @Mov5Stelle, a tutti coloro che si impegnano e si impegneranno per Roma. Grazie a tutti voi!”

La decisione di correre separati al Campidoglio sembra creare ancora una volta una spaccatura
dell’alleanza tra il PD e il M5S: uniti al Governo ma divisi nelle amministrative.

La possibile candidatura di Nicola Zingaretti come sindaco della capitale avrebbe indebolito l’intesa creatasi tra le due forze nel Lazio, rafforzando lo scenario in cui i due partiti si trovano rivali a Roma e alleati in Regione.

Il ritiro di Zingaretti, essendo il candidato più forte per il PD nella corsa al Campidoglio, aumenta le possibilità della Raggi di arrivare al ballottaggio, ma assicura al presidente di Regione di continuare in serenità il suo mandato fino al 2023.

“È il fallimento di una linea politica. Insomma, stiamo sempre dietro ai 5 Stelle. Dal punto di vista politico, questa è stata indubbiamente una vittoria di Virginia Raggi e dei 5 Stelle, ma più che altro un suicidio del PD. Farsi mettere in un angolo e farsi bruciare il nome di Zingaretti dalla Raggi è una cosa singolare”. Dice la sua anche Carlo Calenda, candidato per le comunali di Roma con il suo partito Azione, al programma radiofonico “24 Mattino” di Radio24, sostenendo che la decisione di non candidare Zingaretti sia stata una scelta fallimentare per il PD e imposta dal M5S.

La partita resta aperta almeno fino alle primarie del PD e l’unica cosa chiara a tutti è che Roma è un piatto troppo appetitoso e ognuno lotterà per aggiudicarsene una porzione.

Friday News, Costanza Alessandri, Giulia Cantelmo, Francesca D’Anversa, Martina De Felice, Alessia Malpede, Mattia Viglione

Fonti:
https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/05/10/comunali-roma-zingaretti-gualtieri-candidatura-forte-ecredibile-lalleanza-ce-e-chi-se-ne-tira-fuori-sbaglia/6192775/

https://www.lastampa.it/politica/2021/05/09/news/conte-a-la-stampa-roma-ha-un-ottimo-candidato

https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/05/10/roma-calenda-mancata-candidatura-di-zingaretti-suicidio-del-pd-ormai-stiamo-sempre-dietro-al-m5s-e-a-conte/6192735/

gphttps://giampierogramaglia.eu
Giampiero Gramaglia, nato a Saluzzo (Cn) nel 1950, è un noto giornalista italiano. Svolge questa professione dal 1972, ha lavorato all'ANSA per ben trent'anni e attualmente continua a scrivere articoli per diverse testate giornalistiche. Puoi rimanere connesso con Giampiero Gramaglia su Twitter

ULTIMI ARTICOLI

#EU60: #pulseofeurope primo atto d’una settimana europea

0
Un flash mob #pulseofeurope ha aperto, domenica, in piazza del Popolo - foto Livia Liberatore -, la serie di manifestazioni, a Roma e altrove,...

usa 2020

coronavirus - elezioni - democrazia - ostaggio

Coronavirus: elezioni rinviate, democrazia in ostaggio

0
Elezioni rinviate, elezioni in forse, presidenti, premier, parlamenti prorogati: la pandemia tiene in ostaggio le nostre democrazie e, in qualche caso, le espone alla...