HomeIl SettimanaleIl Settimanale 2021 2 - La danza incontra Dante in 'Frammenti d'Inferno'

Il Settimanale 2021 2 – La danza incontra Dante in ‘Frammenti d’Inferno’

Scritto per il numero 2 del Settimanale 2021 del 17/05/2021

-

Versi e personaggi della Divina Commedia di Dante Alighieri prenderanno corpo e vivranno di vita propria nei movimenti e nei  passi dei ballerini di Artemis Danza, che porterà sullo sfondo della scenografica rocca di Santa Severa lo spettacolo “Frammenti di Inferno”. Il 2021 è l’anno in cui, si spera, anche il mondo dello spettacolo, dopo le avversità dell’ultimo anno, tornerà “a riveder le stelle”. Ma è anche il settecentesimo anniversario della morte di Dante, colui che conducendo i suoi lettori tra penosi supplizi e visioni paradisiache (lampi di luce abbacinante), ha plasmato l’immaginario collettivo. Per celebrare la genialità del Sommo Poeta, sono numerose le iniziative artistiche e culturali che si terranno durante tutto l’anno in Italia.

La Regione Lazio ha scelto di celebrare il padre della letteratura italiana con ‘A riveder le stelle’, un programma di eventi iniziato il 25 marzo e che durerà fino a fine anno, toccando vari luoghi caratteristici del territorio. Uno di questi è il castello di Santa Severa, un posto affascinante immerso nella bassa maremma laziale e sospeso tra storia e leggenda, come si legge sul sito.

Uno degli eventi che quest’estate ospiterà il castello di Santa Severa è lo spettacolo ‘Frammenti di inferno’, una performance della compagnia Artemis Danza ballata sulle note della Messa da Requiem di Verdi, con inserti del compositore contemporaneo Luca Vianini. In ogni quadro ideato dalla coreografa Monica Casadei, come lei stessa ci ha illustrato, alcuni dei personaggi danteschi dell’Inferno diventeranno lo spioncino attraverso cui indagare l’animo umano e riscoprire sulla scena parti di noi stessi. Gli artisti interpreteranno plasticamente i tormenti dell’animo umano, in un’esperienza sensoriale che prende le mosse dalle immagini, dai suoni e dagli odori suggestivamente tratti dal testo dantesco.

Raggiunta al telefono, Monica Casadei ci ha spiegato che l’idea nasce dalla volontà di portare sul palco quel concentrato di angoscia, peccaminosità e dolore con cui questo anno di pandemia ci ha costretto a fare i conti. “L’artista sulla scena mostra le sue ferite e lo spettatore vive questa forma di attraversamento del dolore che egli stesso sperimenta uscendone purificato”, ha precisato. La pandemia ha anche costretto gli artisti a reinventare un nuovo modo di interpretare il rapporto con lo spazio e col proprio corpo.

Alcuni degli spettacoli che già erano stati portati sui palchi di tutto il mondo hanno dovuto essere riallestiti per adeguarsi alle norme di distanziamento sociale. Ma, ci ha spiegato ancora la coreografa, lo sforzo fatto è stato quello di “trovare il lato artistico-creativo della situazione” e nuove performance sono venute alla luce. A fare da sfondo a tutto questo l’eco delle parole di Dante che scandiranno musicalmente il ritmo delle performance

In questo viaggio catartico e sensoriale che celebrerà Dante e sarà occasione per tornare negli spazi dell’arte e della cultura, vedremo dunque in scena un nuovo modo di fare spettacolo e di interpretare la letteratura con la danza. Per tornare tutti insieme dopo il passaggio infernale tra i tormenti del Covid “a riveder le stelle”.

So far Unnamed, Riccardo Ferro, Chiara Laureti, Giulia Moretti, Giuliana Scolaro

Fonti:

http://www.castellodisantasevera.it/storia/

http://www.regione.lazio.it/rl/dante/

gphttps://giampierogramaglia.eu
Giampiero Gramaglia, nato a Saluzzo (Cn) nel 1950, è un noto giornalista italiano. Svolge questa professione dal 1972, ha lavorato all'ANSA per ben trent'anni e attualmente continua a scrivere articoli per diverse testate giornalistiche. Puoi rimanere connesso con Giampiero Gramaglia su Twitter

ULTIMI ARTICOLI

#EU60: #pulseofeurope primo atto d’una settimana europea

0
Un flash mob #pulseofeurope ha aperto, domenica, in piazza del Popolo - foto Livia Liberatore -, la serie di manifestazioni, a Roma e altrove,...

usa 2020

coronavirus - elezioni - democrazia - ostaggio

Coronavirus: elezioni rinviate, democrazia in ostaggio

0
Elezioni rinviate, elezioni in forse, presidenti, premier, parlamenti prorogati: la pandemia tiene in ostaggio le nostre democrazie e, in qualche caso, le espone alla...