HomeMondoUsa-Russia: Biden propone a Putin incontro in campo neutro

Usa-Russia: Biden propone a Putin incontro in campo neutro

Scritto per Il Fatto Quotidiano del 15/04/2021

-

Putin non dice no a Biden, che gli propone “vediamoci in un Paese terzo”, come il presidente russo già fece con Trump a Helsinki il 16 luglio 2018, anche se la formula del ‘campo neutro’ richiama alla memoria il vertice dei vertici, l’incontro tra Reagan e Gorbaciov a Reykjavik l’11 e 12 ottobre 1986. “E’ prematuro parlarne in modo concreto: è una proposta nuova, la esamineremo”, dice Dmitri Peskov, portavoce del Cremlino, senza però bocciare l’idea. L’incontro, è stato poi precisato, dovrebbe avvenire in un Paese europeo, non è escluso in Italia, anche se la Rep. Ceca s’è già fatta avanti.

Un altro segno di interesse e disponibilità è l’invito rivolto all’ambasciatore degli Usa in Russia, John Sullivan, a incontrare il consigliere diplomatico di Putin Yuri Ushakov.

Passata forse la stagione delle parole forti – anche troppo, con il marchio d’”assassino” appioppato a Putin in un’intervista -, Biden pare cercare il dialogo con la Cina e la Russia: il suo inviato per il clima John Kerry è da ieri in Cina per sondare una linea di cooperazione; e i due presidenti di Usa e Russia hanno avuto martedì una telefonata piuttosto lunga – la loro seconda, ma la prima era stata sostanzialmente formale -.

La lista del contenzioso tra Usa e Russia è lunga e per toccare tutti i temi ci vuole molto tempo, pur se il Cremlino nega – me è difficile crederlo – che la questione Navalny sia stata sollevata. Le fonti Usa e russe concordano che i due presidenti hanno parlato soprattutto del sussulto di tensioni nell’Ucraina orientale, ma pure di sanzioni, energia, disarmo con gli accordi nucleari da rinnovare. A Putin, Biden ha chiarito che non allenterà la pressione delle sanzioni in vista del loro incontro.

BackgroundSecondo l’intelligence Usa, Putin autorizzò l’anno scorso operazioni per denigrare Biden e aiutare Trump, minando la fiducia nel processo elettorale dell’Unione ed esacerbando le divisioni socio-politiche. Nell’intervista all’Abc di metà marzo, Biden ha ricordato di avere avvertito Putin, nella loro telefonata a fine gennaio, su una possibile ritorsione per le interferenze nel voto.

Biden non ha però precisato quale prezzo intende fare pagare a Mosca. E ha aggiunto che ritiene possibile “camminare e masticare una gomma”, ossia sanzionare la Russia per le interferenze e lavorarci insieme su questioni d’interesse degli Stati Uniti, come gli accordi sugli armamenti.

Avatar
gphttps://giampierogramaglia.eu
Giampiero Gramaglia, nato a Saluzzo (Cn) nel 1950, è un noto giornalista italiano. Svolge questa professione dal 1972, ha lavorato all'ANSA per ben trent'anni e attualmente continua a scrivere articoli per diverse testate giornalistiche. Puoi rimanere connesso con Giampiero Gramaglia su Twitter

ULTIMI ARTICOLI

#EU60: 25 Marzo, i riti della sopravvivenza tra Vertice e cortei

0
Nell'agenda dell’Unione, c’è sempre la ruota di scorta di un altro Vertice: i leader dei Paesi dell’Ue devono ancora incontrarsi, oggi, a Roma, e...

usa 2020

coronavirus - elezioni - democrazia - ostaggio

Coronavirus: elezioni rinviate, democrazia in ostaggio

0
Elezioni rinviate, elezioni in forse, presidenti, premier, parlamenti prorogati: la pandemia tiene in ostaggio le nostre democrazie e, in qualche caso, le espone alla...