Home Usa Usa 2020: negativo al virus, Trump in campagna senza freni né mascherine

Usa 2020: negativo al virus, Trump in campagna senza freni né mascherine

Scritto per Il Fatto Quotidiano del 14/10/2020

-

Risultato negativo al Covid-19 per la prima volta dal 1° ottobre, il presidente Donald Trump torna in campagna elettorale senza freni e senza precauzioni – mascherina addio -: “Vinceremo”, grida, suscitando l’entusiasmo dei suoi fan in Florida e in Pennsylvania – oggi sarà in Iowa -. “Va a caccia di guai”, sentenzia in televisione il virologo Anthony Fauci, ormai apertamente critico del magnate.

Trump, negativo, fa spallucce ai consigli del saggi come alle previsioni dei guru: l’Economist dà al suo rivale Joe Biden il 91% delle chances di conquistare la Casa Bianca e il 99% d’imporsi nel voto popolare. Per vincere la presidenza occorrono 270 voti del collegio elettorale: per l’Economist, che assegna anche Stati per altri ancora in bilico, l’ex vice-presidente sarebbe già sicuro di aggiudicarsene 347, Trump 191.

. “Sono immune ora. Mi sento forte. Vi bacio tutti…”, afferma sul palco un Trump negativo ed euforico, mentre i suoi fans scandiscono “Four more years!”, altri quattro anni (alla Casa Bianca): “I democratici vogliono rimpiazzare il sogno americano con un incubo socialista … Aprite gli Stati, il lockdown vi sta uccidendo”. “Trump è un irresponsabile – gli replica Biden -. Ha mentito sulla pandemia e non ha un piano per combatterla”.

Il sostegno dei repubblicani al presidente continua a sfaldarsi. Mitt Romney, senatore dello Utah, sempre critico verso il magnate, denuncia una “campagna elettorale ignobile e piena d’odio”, estendendo la critica alla speaker della Camera Nancy Pelosi, ma non a Biden.

Pure la scelta del test per decretare la negatività di Trump suscita perplessità fra gli esperti.

Davanti alla Commissione Giustizia del Senato, la giudice Amy Coney Barrett, designata da Trump alla Corte Suprema, è stata impegnata, per il secondo giorno della sua audizione fiume, che si concluderà domani, a dribblare le domande più che a rispondervi, specie sull’aborto e l’Obamacare. La Barrett, una cattolica conservatrice, non si sbilancia sulla sentenza del 1973 ‘Roe v Wade’, su cui poggia il diritto d’abortire negli Usa: “Non è opportuno che io mi pronunci prima di essermi insediata”, risponde alla senatrice democratica Dianne Feinstein.

La Barrett insiste che ascolterà sempre “entrambe le parti” e sarà “obiettiva”, lasciando in un canto le convinzioni religiose nelle sue decisioni: “Il mio faro è la legge”. La Barrett nega di avere preso impegni con Trump su aborto, Obamacare e regolarità del voto: “Sarebbe una madornale violazione dell’indipendenza giudiziaria che io prendessi impegni di sorta”.

L’Fbi ha sventato un piano contro il governatore della Virginia Ralph Northam, un democratico, preso di mira da estremisti di destra come la governatrice del Michigan Gretchen Whitmer perché fautore di forme di ‘lockdown’ anti-coronavirus rigide

Avatar
gphttps://www.giampierogramaglia.eu
Giampiero Gramaglia, nato a Saluzzo (Cn) nel 1950, è un noto giornalista italiano. Svolge questa professione dal 1972, ha lavorato all'ANSA per ben trent'anni e attualmente continua a scrivere articoli per diverse testate giornalistiche. Puoi rimanere connesso con Giampiero Gramaglia su Twitter

ULTIMI ARTICOLI

#EU60: 25 Marzo, i riti della sopravvivenza tra Vertice e cortei

0
Nell'agenda dell’Unione, c’è sempre la ruota di scorta di un altro Vertice: i leader dei Paesi dell’Ue devono ancora incontrarsi, oggi, a Roma, e...

usa 2020

coronavirus - elezioni - democrazia - ostaggio

Coronavirus: elezioni rinviate, democrazia in ostaggio

0
Elezioni rinviate, elezioni in forse, presidenti, premier, parlamenti prorogati: la pandemia tiene in ostaggio le nostre democrazie e, in qualche caso, le espone alla...