Home Usa Usa 2020: dibattito 1, Cnn e social ciascuno ha il suo vincitore

Usa 2020: dibattito 1, Cnn e social ciascuno ha il suo vincitore

Scritto per Il Fatto Quotidiano dello 01/10/2020

-

Joe Biden è il vincitore, per quelli che hanno guardato il suo primo dibattito televisivo con, anzi contro Donald Trump. In un sondaggio per conto di Cnn, il 60% degli intervistati gli assegna il successo; in uno analogo di Cbs, Biden vince, ma meno nettamente. Attenzione!, però: la platea dei dibattiti è prevalentemente democratica, tanto che, prima che il confronto iniziasse, il 56% degli intervistati diceva di preferire Biden a Trump. Nel 2016 Hillary Clinton, al primo dibattito, prevalse su Trump per il 62% dei telespettatori; e sappiamo tutti come andò a finire.

I titoli dei media pronunciano lo stesso verdett sul vincitore del primo dibattito, mettendo, però, in rilievo la confusione e gli insulti che hanno caratterizzato una brutta serata della politica statunitense.

Dai social, invece, vengono fuori percezioni diverse: la performance di Trump, che non condanna suprematisti bianchi ed estrema destra, galvanizza gruppi e milizie. I Proud Boys, organizzazione tutta maschile neo-fascista, che propugna la violenza politica, promuove a proprio motto una frase del presidente: “I Proud Boys? They stand back and stay by”, sono leali e affidabili, “qualcuno doveva fare qualcosa contro antifa e la sinistra”.

Biden se ne va in campagna in Ohio e Pennsylvania, forse lo Stato determinante di questo voto, mentre suoi collaboratori mettono in dubbio la sua presenza ai prossimi dibattiti, che saranno il 15, a Miami, e il 22, a Nashville. La diserzione, però, appare improbabile: suonerebbe fuga, lascerebbe traccia sugli elettori, più di quanto non ne lascerà il dibattito di Cleveland. Nancy Pelosi, speaker della Camera, parla di “serata triste” e di “duello caotico” – colpa di Trump, naturalmente -.

Che, dal canto suo, non abbassa la cresta: “Nessuno vuole SleepyJoe come leader – twitta -, inclusa la sinistra radicale, che ha perso. Biden manca di rispetto a Bernie Sanders, dandogli del perdente… La sinistra lo sta scaricando: zero entusiasmo per i democratici, leadership debole”. E si lamenta dell’‘arbitro’, il moderatore Chris Wallace: “Erano due contro uno, non è stata una sorpresa, era divertente”.

A Biden, pur vincitore nel dibattito,  mancherà forse l’entusiasmo, ma non mancano, almeno per ora, i soldi: la sua campagna raccoglie 3,8 milioni di dollari in un’ora a margine del dibattito, un record. Soldi versati non tanto per mandare lui alla Casa Bianca, quanto per cacciarne Donald il bullo, che nessun analista ritiene abbia corroborato ieri sera le sue chances di rielezione. Pure i suoi consiglieri gli chiedono di darsi una calmata: epidemia, economia, Law&Order, Corte Suprema, troppi i fronti per andarci sempre a tavoletta. Tra l’altro, le esagerazioni di Trump coprono le amnesie di Biden. Che almeno per questo ringrazia.

Avatar
gphttps://www.giampierogramaglia.eu
Giampiero Gramaglia, nato a Saluzzo (Cn) nel 1950, è un noto giornalista italiano. Svolge questa professione dal 1972, ha lavorato all'ANSA per ben trent'anni e attualmente continua a scrivere articoli per diverse testate giornalistiche. Puoi rimanere connesso con Giampiero Gramaglia su Twitter

ULTIMI ARTICOLI

#EU60: 25 Marzo, i riti della sopravvivenza tra Vertice e cortei

0
Nell'agenda dell’Unione, c’è sempre la ruota di scorta di un altro Vertice: i leader dei Paesi dell’Ue devono ancora incontrarsi, oggi, a Roma, e...

usa 2020

coronavirus - elezioni - democrazia - ostaggio

Coronavirus: elezioni rinviate, democrazia in ostaggio

0
Elezioni rinviate, elezioni in forse, presidenti, premier, parlamenti prorogati: la pandemia tiene in ostaggio le nostre democrazie e, in qualche caso, le espone alla...