Home Usa Coronavirus: Usa, Trump contro gli ammutinati del Bounty

Coronavirus: Usa, Trump contro gli ammutinati del Bounty

Scritto per Il Fatto Quotidiano del 15/04/2020

-

Il nuovo nemico sono i governatori democratici, gli ammutinati del Bounty, li chiama in un tweet Donald Trump, che dichiara il film “uno dei suoi preferiti” – il remake con Marlon Brando, non l’originale con Clark Gable -: “Un ammutinamento in buon vecchio stile è una cosa eccitante, specie quando gli ammutinati hanno bisogno di così tante cose dal loro Capitano”. Forse, però, Trump ricorda male la trama, dove il capitano del Bounty è odioso e l’ammutinato fascinoso.

Il presidente alimenta lo scontro con i governatori sulla riapertura dell’America per rilanciare l’economia, mentre il contagio colpisce anche le forze armate Usa – oltre tremila i militari contagiati, almeno due i deceduti, e quasi cinquemila dipendenti del Pentagono positivi -.  C’è allarme pure per la tenuta della catena di approvvigionamento alimentare.

Il personale ospedaliero di strutture pubbliche e private viene invitato a non denunciare le carenze di materiale protettivo ed i problemi di sicurezza sul lavoro: Vanity Fair pubblica le testimonianze di medici e infermieri licenziati per averlo fatto. In compenso, in un Paese con il contagio dilagante – 600 mila positivi, oltre 24 mila deceduti, secondo il numeratore della Johns Hopkins University -, il 44% dei campi di golf sono aperti.

Lo scontro tra il presidente e i governatori esplode quando Andrew Cuomo contesta in tv l’asserito “potere totale” di Trump sul riavvio del Paese: “Non abbiamo un re, abbiamo un presidente”. Se “mi ordinasse di riaprire mettendo a rischio la salute dei cittadini dello Stato, io non lo farei”.

Trump replica via Twitter: “Cuomo chiama e implora ogni giorno, persino ogni ora, per ogni cosa … Ho ottenuto tutto per lui … Ora pare che voglia l’indipendenza! Questo non accadrà”. Cuomo s’appella allo spirito di collaborazione: “Il presidente vuole lo scontro, ma con me non lo avrà”.

Le previsioni dell’Fmi acuiscono l’urgenza di rilanciare l’economia: il Pil Usa calerà del 5,9% nel 2020 e crescerà del 4,7% nel 2021; la disoccupazione salirà al 10,4% nel 2020 e scenderà al 9,1% nel 2021.

Fronte Usa 2020, dopo Bernie Sanders anche Barack Obama dà il suo endorsement a Joe Biden, suggellando, con un video sui social, l’unità democratica. Nelle primarie del Wisconsin, Biden vince con oltre il 63% dei voti; Sanders è al 31%

Avatar
gphttps://www.giampierogramaglia.eu
Giampiero Gramaglia, nato a Saluzzo (Cn) nel 1950, è un noto giornalista italiano. Svolge questa professione dal 1972, ha lavorato all'ANSA per ben trent'anni e attualmente continua a scrivere articoli per diverse testate giornalistiche. Puoi rimanere connesso con Giampiero Gramaglia su Twitter

ULTIMI ARTICOLI

#EU60: 25 Marzo, i riti della sopravvivenza tra Vertice e cortei

0
Nell'agenda dell’Unione, c’è sempre la ruota di scorta di un altro Vertice: i leader dei Paesi dell’Ue devono ancora incontrarsi, oggi, a Roma, e...

usa 2020

coronavirus - elezioni - democrazia - ostaggio

Coronavirus: elezioni rinviate, democrazia in ostaggio

0
Elezioni rinviate, elezioni in forse, presidenti, premier, parlamenti prorogati: la pandemia tiene in ostaggio le nostre democrazie e, in qualche caso, le espone alla...