Home Usa Usa 2020: Biden vs Buttigieg, ex vice Obama vs ex sindaco

Usa 2020: Biden vs Buttigieg, ex vice Obama vs ex sindaco

Scritto per Il Fatto Quotidiano dell'11/02/2020

-

Joe Biden cerca di frenare la corsa verso la nomination democratica di Pete Buttigieg rinfacciandogli il suo passato da sindaco di una cittadina dell’Indiana che licenziava poliziotti e vigili del fuoco neri: con un post che fa milioni di contatti, l’ex vice-presidente di Barack Obama, che non è certo un drago dei social, denuncia il cattivo rapporto di ‘Mayor Pete’ con le minoranze, quali che esse siano. E un democratico non arriva alla Casa Bianca se neri e ispanici non lo appoggiano e non lo vanno a votare in massa.

In New Hampshire, dove oggi ci sono le primarie, la campagna democratica s’è spaccata in due: Buttigieg, ‘il nipote d’America‘, e Bernie Sanders, il ‘nonno del Vermont’, puntano a consolidare la leadership appena conquistata nello Iowa, mentre i loro rivali, Biden, la Warren e la Klobuchar, cercano di impaniarli e di fare ‘passare la nottata’, sperando che le prossime tappe, South Carolina, Nevada, Super-Martedì, segnino un’inversione di tendenza a loro vantaggio. E’ diverso il discorso per Mike Bloomberg, che resta ancora alla finestra: lui esordirà il 3 marzo.

‘Feroce’, per i suoi standard Biden contro Buttigieg, che gli contende lo spazio al centro, mentre Sanders e la Warren si azzuffano a sinistra. “Crede di essere Barack Obama, ma non lo è”, dice l’ex vice-presidente dell’ex sindaco di South Bend. Che è bravo a giocare di rimessa: “Ha ragione, non sono Obama. Ma neppure lui lo è. Nessuno di noi che corriamo per la presidenza lo è … E questo non è il 2008, è il 2020. Siamo in un nuovo momento che richiede una differente leadership”.

Biden va all’attacco di Buttigieg con uno spot che contrappone la sua esperienza ‘planetaria’ a quella dell’ex sindaco di una cittadina di 100 mila abitanti, alle prese coi problemi d’una comunità ridotta, e gli tira un colpo basso sulle sue difficoltà con l’elettorato afro-americano – i sondaggi dicono che lì, invece, Biden è molto forte -..

Il video mostra l’ex vice-presidente contribuire all’approvazione dell’Obamacare, mentre Buttigieg installa luci decorative sotto i ponti della sua città; lavorare all’accordo sul nucleare con l’Iran mentre Pete negozia su norme per scansionare i chip di cani e gatti; aiutare a salvare l’industria dell’auto, mentre l’ex sindaco abbellisce i marciapiedi della città con mattoncini decorativi. E, poi, ecco il colpo basso: Biden si dà da fare – senza successo, ndr – per bandire le armi d’assalto, mentre Buttigieg caccia il capo nero della polizia cittadina. La replica della campagna dell’ex sindaco è moscia.

Nella notte in cui la politica fa capolino agli Oscar, grazie a Brad Pitt, che critica il Senato per avere assolto dall’impeachment Donald Trump senza ascoltare nuovi testi, si scopre alfine come sono stati distribuiti nello Iowa i delegati alla convention, quelli che contano per ottenere la nomination: Buttigieg batte di poco Sanders 14 a 12, anche se il senatore del Vermont ha ottenuto più voti dell’ex sindaco di South Bend. La Warren prende otto delegati, Biden sei e la Klobuchar uno.

I delegati dello Stato sono l’1% circa del totale . Prima di essere ufficialmente annunciati, i dati dello Iowa sono stati ‘deputati’ degli errori che ne avevano compromesso credibilità e tempestività.

Avatar
gphttps://www.giampierogramaglia.eu
Giampiero Gramaglia, nato a Saluzzo (Cn) nel 1950, è un noto giornalista italiano. Svolge questa professione dal 1972, ha lavorato all'ANSA per ben trent'anni e attualmente continua a scrivere articoli per diverse testate giornalistiche. Puoi rimanere connesso con Giampiero Gramaglia su Twitter

ULTIMI ARTICOLI

#EU60: 25 Marzo, i riti della sopravvivenza tra Vertice e cortei

0
Nell'agenda dell’Unione, c’è sempre la ruota di scorta di un altro Vertice: i leader dei Paesi dell’Ue devono ancora incontrarsi, oggi, a Roma, e...

usa 2020

coronavirus - elezioni - democrazia - ostaggio

Coronavirus: elezioni rinviate, democrazia in ostaggio

0
Elezioni rinviate, elezioni in forse, presidenti, premier, parlamenti prorogati: la pandemia tiene in ostaggio le nostre democrazie e, in qualche caso, le espone alla...