HomeUSA 2020Usa 2020: - 297/6, un miliardo da Bloomberg, neri con Biden

Usa 2020: – 297/6, un miliardo da Bloomberg, neri con Biden

Scritto per https://www.giampierogramaglia.eu/gpnewsusa2020/ il 12/01/2020

-

Il miliardario Michael Mike Bloomberg è pronto spendere un miliardo di dollari della sua fortuna nella corsa per Usa 2020, anche se non otterrà la nomination democratica, per cercare di evitare che Donald Trump ottenga un secondo mandato.

Parlando in Texas, Bloomberg ha assicurato che, oltre che investire un miliardo, mobiliterà la sua ben finanziata campagna anche per aiutare i senatori Bernie Sanders o Elizabeth Warren, se dovessero vincere le primarie, nonostante le forti differenza politiche ed economiche che li separano.

“Dipende se il candidato ha bisogno di aiuto: se sta facendo molto bene necessita di meno aiuto, altrimenti ne avrà più bisogno”, ha detto Bloomberg, che non s’è candidato alle primarie di febbraio e che punta tutte le sue carte sul Super Martedì del 3 marzo.

Chi conquisterà la nomination democratica, quindi, potrà contare non solo sul suo appoggio finanziario ma anche sulla sua ramificata rete organizzativa. L’ex sindaco di New York, che conta su una fortuna di oltre 50 miliardi di dollari, ha già speso oltre 200 milioni in spot pubblicitari ed ha un ritmo di spesa che lo porterà entro marzo ad avere sborsato la somma investita da Barack Obama nel corso dell’intera campagna del 2012.

I sondaggi, per il momento, non gli danno molta soddisfazione, a livello nazionale, nei singoli Stati e pure fra le minoranze, dove, però, un bianco miliardario parte con l’handicap. Con il 48% dei consensi, l’ex vice presidente Joe Biden è di gran lunga il candidato democratico preferito dai neri, grazie alla popolarità acquisita nei suoi mandati come numero due di Barack Obama e anche perché c’è la percezione che sia il più adatto a sconfiggere Trump. Lo indica un sondaggio Washington Post – Ipsos poll.

Alle sue spalle, con il 20%, il senatore Bernie Sanders, in testa tra gli afro-americani sotto i 35 anni, ribadendo il successo tra i giovani bianchi in altri sondaggi nazionali. La senatrice Elizabeth Warren si piazza terza col 9%, davanti a Bloomberg (4%).

L’ex sindaco di South Bend Pete Buttigieg, che è nel gruppo di testa negli Stati prevalentemente bianchi come Iowa e New Hampshire – dove iniziano le primarie -, è invece fermo al 2% fra i neri: una carenza di familiarità con Mayor Pete, le preoccupazioni relative alla sua scarsa esperienza e pure il suo orientamento sessuale (è gay dichiarato e sposato) contribuiscono a un rating così basso tra gli elettori democratici neri.

gp
gphttps://www.giampierogramaglia.eu
Giampiero Gramaglia, nato a Saluzzo (Cn) nel 1950, è un noto giornalista italiano. Svolge questa professione dal 1972, ha lavorato all'ANSA per ben trent'anni e attualmente continua a scrivere articoli per diverse testate giornalistiche. Puoi rimanere connesso con Giampiero Gramaglia su Twitter

ULTIMI ARTICOLI

usa 2020

coronavirus - elezioni - democrazia - ostaggio

Coronavirus: elezioni rinviate, democrazia in ostaggio

0
Elezioni rinviate, elezioni in forse, presidenti, premier, parlamenti prorogati: la pandemia tiene in ostaggio le nostre democrazie e, in qualche caso, le espone alla...