CONDIVIDI


Bernie Sanders cerca di sfruttare l’ ‘effetto AOC‘ nello Iowa, lo Stato dove, il 3 febbraio, si aprirà, con la formula dei caucuses, le assemblee, la stagione delle primarie. AOC è Alexandria Ocasio-Cortez, la deputata democratica di New York, la più giovane del Congresso, che gli è stata accanto nel comizio finora più affollato di un aspirante alla nomination democratica in questo Stato (c’erano quasi 2500 persone). Sanders, nei sondaggi nello Iowa, è secondo dietro Elizabeth Warren e davanti a Joe Biden e Pete Buttigieg.

La deputata progressista, che fu attivista per Sanders nel 2016 e che ha dato il proprio endorsement al senatore del Vermont due settimane or sono in un comizio nel Queens, a New York, è stata interrotta da ripetuti e fragorosi applausi. Il discorso di AOC è stato un inno alla solidarietà, che “significa ‘io combatto per te e tu combatti per me’”: “Iowa, sei il primo Stato a votare, devi ‘dare il la’. Io devo tornare a casa nel Bronx e dire alla mia comunità ‘dobbiamo combattere per lo Iowa’”.

Impeachment: no da democratici a richiesta repubblicani di ascoltare la talpa
La talpa, l’agente della Cia rimasto anonimo che con la sua denuncia ha dato avvio all’indagine sull’impeachment del presidente Trump, non sarà chiamata a testimoniare, come chiedevano i repubblicani: lo scrive il presidente della commissione intelligence della Camera Adam Schiff, che sovrintende all’inchiesta, sostenendo che, alla luce delle prove già raccolte, la deposizione sarebbe “superflua e inutile”, mentre la sicurezza della talpa sarebbe messa in pericolo.

In una lettera al capogruppo repubblicano nella Commissione Intelligence, Devin Nunes, Schiff scrive: “L’indagine sull’impeachment ha raccolto un numero di prove crescente – dalle testimonianze ai documenti, comprese le parole del presidente nella sua telefonata del 25 luglio (al presidente ucraino Voldymyr Zelensky, ndr) -, che non solo confermano, ma superano le iniziali informazioni della denuncia della talpa, la cui deposizione quindi è superflua e inutile. Alla luce delle minacce del presidente, la sua apparizione di fronte a noi ne metterebbe la sicurezza a grave rischio”.

La lettera di Schiff è una risposta alla lista dei testimoni che i repubblicani chiedono di ascoltare nell’indagine sull’impeachment inviata venerdì, dove c’è, oltre alla talpa, Hunter Biden, il figlio dell’ex vice-presidente Joe, candidato alla nomination democratica a Usa 2020. Hunter Biden sedeva nel board della società energetica ucraina Burisma quando il padre s’occupava della politica degli Usa in Ucraina. Trump è convinto che si tratti di una vicenda di corruzione, senza per ora offrire alcun sostegno alle sue affermazioni.

La Casa Bianca diffonderà, probabilmente martedì 12 novembre, la trascrizione d’una prima telefonata tra Trump e Zelensky, anteriore a quella di luglio in cui lo sollecitò a indagare i Biden.

L’articolo Usa 2020: – 359, AOC dà una mano a Sanders, la talpa non sarà ascoltata proviene da GP News Usa 2020 – a cura di Giampiero Gramaglia.



Source link

The following two tabs change content below.
Avatar
Giampiero Gramaglia, nato a Saluzzo (Cn) nel 1950, è un noto giornalista italiano. Svolge questa professione dal 1972, ha lavorato all'ANSA per ben trent'anni e attualmente continua a scrivere articoli per diverse testate giornalistiche. Puoi rimanere connesso con Giampiero Gramaglia su Google+