CONDIVIDI

Scritto per www.GpNewsUsa2016.eu e Formiche.net lo 05/07/2016

Un 4 Luglio blindato per l’ansia da terrorismo e, almeno a Washington, piovoso: la Casa Bianca annulla, per il secondo anno consecutivo, il picnic con le famiglie dei militari. Nel suo ultimo messaggio per l’Independence Day, il presidente Barack Obama ammonisce che la libertà non è “qualcosa che accade”: “deve essere difesa ogni singolo giorno” e “dobbiamo alimentarla e diffonderla nel Mondo”.

Punture di spillo a parte fra i candidati, la giornata festiva segna una tregua nella campagna. E’ comunque uscito un sondaggio di USAToday e della Suffolk University, che dà Hillary Clinton, candidata democratica, avanti di 5 punti su Donald Trump, candidato repubblicano, 45 a 40%.

Due mesi or sono, lo stesso rilevamento dava il 50% all’ex first lady e il 39% al magnate.

dell’immobiliare. Un dato che ritorna è la freddezza dell’elettorato verso le elezioni e i candidati: solo il 23%, meno di uno su quattro, va alle urne convinto, mentre il 61% s’appresta al voto insoddisfatto.

Le frecciata di giornata riguardano l’uso di una stella a sei punte – rossa – in un tweet di Trump contro Hillary: l’immagine, poi cancellata, evocava, secondo alcuni, la stella di Davide appuntata dai nazisti sugli ebrei. L’ex first lady la giudica “apertamente anti-semita”, mentre lo showman dice che voleva essere “la stella dello sceriffo”.

E Trump contrattacca sul fatto che Obama e la Clinton andranno oggi insieme sull’AirForceOne, l’aereo presidenziale, a Charlotte, North Carolina, dove faranno il loro primo comizio insieme. “Chi paga?”, si chiede Trump, la missione elettorale con l’aereo di Stato.

Da oggi, si torna al copione elettorale. Ieri, era il giorno dei barbecue, dove si poteva, delle parate e dei fuochi d’artificio. Obama ha palato nella East Room alla Casa Bianca: la libertà, ha ricordato, comporta il rispetto reciproco e il riconoscimento delle difficoltà dei cittadini, fame, lavoro, casa. E ha ringraziato i militari americani per il loro sacrificio.

La festa, che ricorda l’adozione a Filadelfia nel 1776 della Dichiarazione d’Indipendenza, che sancì la separazione delle 13 colonie, i 13 Stati originari, dall’Impero britannico, coincide, per gli Obama, con il compleanno della figlia maggiore, Malia, 18 anni: papà Barack ha dunque intonato per lei Happy Birthday, con il rapper Kendrick Lamar e la cantante Janelle Monae.

Parate e concerti si sono svolti in tutta l’Unione, ma negli Stati occidentali la siccità ha indotto numerose città a emettere ordini restrittivi su barbecue e fuochi d’artificio, mentre è stato alzato ovunque il livello di allerta per il timore di attentati. Precauzioni anche nel resto del Mondo, specie nelle ambasciate e nei consolati. Ieri mattina, un kamikaze s’era fatto esplodere vicino al consolato di Gedda, sul Mar Rosso, in Arabia Saudita: è stato l’unica vittima del suo gesto. (fonti vv – gp)

The following two tabs change content below.
Giampiero Gramaglia, nato a Saluzzo (Cn) nel 1950, è un noto giornalista italiano. Svolge questa professione dal 1972, ha lavorato all'ANSA per ben trent'anni e attualmente continua a scrivere articoli per diverse testate giornalistiche. Puoi rimanere connesso con Giampiero Gramaglia su Google+