CONDIVIDI
violinista zio adrio

Ha suonato sulle navi da crociera in tutto il mondo, dall’Australia agli Stati Uniti, dal Mediterraneo ai mari tropicali. Professore di violino, esperto anche di sassofono tenore e di clarinetto, Guerrino Adrio Bottoni compie oggi cento anni nella sua casa di via Dogali a Ferrara. Lì vive con Christa Zgraja, tedesca, da oltre quarant’anni la sua compagna.

Nato a Ferrara il 1° giugno 1915, quando la guerra era da poco scoppiata – da qui il nome di battesimo, Guerrino – ha vissuto a Gaibana con la mamma Vittorina e il papà Pietro, barelliere al fronte e poi commerciante di legnami, morto ancora giovane, a 44 anni, nel 1932, in seguito ai gas inalati fra le trincee del Carso.

Secondo di tre figli, Daniele, il maggiore, scomparso a 82 anni, e Alfa, 94 anni, Adrio frequentò la Regia Accademia Filarmonica di Bologna. Diplomatosi, cominciò una carriera professionale che lo portò a esibirsi in locali e teatri, fra cui il Comunale di Ferrara, prima di imbarcarsi sui transatlantici, dove deliziò generazioni di crocieristi con ballabili e lenti tra gli anni Cinquanta e gli anni Settanta.

Andato in pensione, Adrio visse a Wiesbaden, in Germania, fino all’inizio degli anni Ottanta, quando tornò a Gaibana, nella casa di famiglia, ricostruita dopo essere stata bombardata nella seconda guerra mondiale. Negli Anni Novanta, si è trasferito a Ferrara, dove, fino a qualche anno fa, ha partecipato con Christa alle attività comunali per gli anziani, esibendosi ancora con il suo violino.

Per i suoi cento anni lo festeggiano, insieme a Christa e alla sorella Alfa, arrivata da Saluzzo, in Piemonte, dove vive, nipoti, pronipoti e altri familiari.

The following two tabs change content below.
Giampiero Gramaglia, nato a Saluzzo (Cn) nel 1950, è un noto giornalista italiano. Svolge questa professione dal 1972, ha lavorato all'ANSA per ben trent'anni e attualmente continua a scrivere articoli per diverse testate giornalistiche. Puoi rimanere connesso con Giampiero Gramaglia su Google+